Giornale di Sicilia

Scritto da il 5 Febbraio 2014

Dal Giornale di Sicilia: Progetto Itaca apre un centro per malati psichici.

L’associazione Progetto Itaca Palermo raggiunge finalmente il suo obiettivo: aprire un centro diurno per le persone maggiorenni che soffrono di disagio mentale, una “Club House” dove i frequentatori sono i “soci” e che provvedono e lavorano essi stessi per il funzionamento della Casa. L’associazione, nata nel 2011 grazie all’iniziativa di un gruppo di volontari, il 31 maggio firmerà un protocollo d’intesa con in Comune, per avere anche il patrocinio della Regione, per lanciare questa innovativa forma di accoglienza e sostegno ai pazienti psichiatrici.
“L’obiettivo è la socializzazione, nonchè permettere a persone che non si sentono più in grado di fare niente di riacquistare la loro dignità e identità, e nel migliore dei casi provare a reintrodurli nel mondo del lavoro”, spiega Rosemarie Tasca d’Almerita, membro dell’Associazione.
Questo sistema nasce in USA a New York nel 1948, e si chiama Fountain House. In Italia esiste da tredici anni, a Milano, e adesso si è espanso anche a Roma, Genova, Firenze e Parma, e sono in programma di apertura anche a Napoli, Lecco e Cagliari.
“Attualmente esistono 360 club house nel mondo. Noi abbiamo la nostra sede a Villa Adriana in via San Lorenzo 280, in una superficie di 400 metri quadri e un giardino”, aggiunge Rosemarie. Il centro sarà totalmente gestito dagli iscritti: non si faranno terapie, non ci saranno medici. Soltanto un paio di supervisori. “Gli ospiti verranno tutti i giorni, e potranno svolgere delle attività che li riportino a contatto con la vita: fare la spesa, pulire la struttura, coltivare l’orto, cucinare, rispondere al telefono. Insomma il personale esterno sarà ridotto al minimo” spiega la volontaria. Progetto Itaca offre anche sostegno alle famiglie, reallizzando per loro e per i volontari, corsi di formazione, mentre nelle scuole svolge azioni di prevenzioni.

Giornale di Sicilia: Beatrice Mansueto.